Il Fisco

Imu e Tasi, oggi in edicola la guida del Sole 24 Ore all’acconto del 17 giugno

di Saverio Fossati

Come tutte le scadenze fisse, per quanto spiacevole, anche quella dell'acconto Imu e Tasi è rassicurante. E per una semplice ragione: le aliquote non potevano essere aumentate oltre il tetto massimo, che quasi tutti i Comuni hanno raggiunto da anni, e quindi non si pagherà, tranne rari casi, più dell'anno scorso. Anzi, quasi sempre i cittadini potranno copiare lo stesso importo del 2018, se non hanno variato la loro situazione immobiliare. E versare entro lunedì 17 giugno (la scadenza naturale è il 16 ma si tratta di domenica, quindi lo slittamento è automatico).
La guida del Sole 24 Ore all'acconto senza problemi, in edic0la oggi a 50 centesimi oltre al costo del giornale, è articolata in modo da eliminare ogni difficoltà, con una speciale attenzione ai problemi che possono interessare i professionisti alle prese con casi particolari.
Si inizia con la verifica e i passaggi dedicati a chi non ha cambiato in nulla la sua situazione di proprietario e le caratteristiche degli immobili: qui il percorso è semplificato ma occorre comunque fare attenzione; basterebbe copiare dati e importi del modello F24 dell'anno scorso ma nella guida sono forniti gli strumenti per capire rapidamente se nel 2018 i conti che abbiamo fatto erano giusti.
A chi, invece, ha comprato o venduto un immobile o ha trasformato una seconda casa in abitazione principale, o comunque ha messo in atto qualche novità, sono dedicate le pagine con le quali, partendo semplicemente dalla rendita catastale, si arriva facilmente a determinare le l'Imu e la Tasi da pagare.
Uno spazio importante hanno gli approfondimenti dedicati ai professionisti sugli aspetti più complessi, come i terreni, le eredità e i beni d'impresa.
Il fascicolo si conclude con gli esempi di compilazione del modello F24 per i pagamenti e le istruzioni per chi deve presentare la dichiarazione di variazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA