Il Condominio

Miniserie tv sul condominio e borse di studio ai nuovi amministratori a varese: nasce il metodo Leta

di Rosario Dolce

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La Camera Condominiale Nazionale accoglie il “Metodo Leta”: un modo originale con uno stile unico di trattare l'approccio alla amministrazione condominiale con professionisti posti a servizio della collettività locale e dei singoli condòmini.
Una sorte di rivoluzione, solo apparentemente silenziosa, che parte da Varese, in cui le dinamiche condominiali, o meglio di vicinato, cominciano ad avere risalto in televisione con una miniserie: come quelle di un telefilm.

In uno scenario monumentale di valore storico come Villa Cagnola Gazzada, il dirigente di Camera Condominiale Varese, Andrea Leta, ha presentato in una conferenza stampa il nuovo programma settimanale – che sarà messo in onda da una importante televisione locale (Rete55) - dal titolo “Benvenuto in Condominio”. E aggiunge: «Lo scopo è quello di aiutare le persone che vivono in condominio, ad oggi il 70 per cento dei cittadini italiani, secondo i dati Istat. La serie è rivolta ai condòmini, non tanto agli amministratori. Vogliamo aiutarli a vivere bene nella loro piccola comunità, offrendo soluzioni pratiche a problemi o a dubbi.

È un'idea unica nel suo genere. Approfondiremo i temi di interesse comune, una puntata, ad esempio, sarà anche dedicata al “litigare bene”». Ma non è finita qui. In questi giorni, Camera Condominiale Varese, ha portato a termine il primo corso di aggiornamento per gli amministratori di condominio ai sensi del DM 140 offrendo ai più giovani delle borse di studio per poter investire nella professione.

Le parole di Andrea Leta, in questo caso, sono state: «Si tratta si una sinergia che ci avvicina ai professionisti di domani che ci teniamo a supportare nella formazione, affinché possano portare nel mondo variegato dell'amministrazione di condominio, capacità, competenza e preparazione. Dare un'opportunità ai giovani riteniamo che sia il più grande dono che si possa fare, per garantire alle future generazioni una possibilità».Le iniziative non sono finite qui e il metodo Leta è pronto per essere esportato oltre i laghi di Varere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA