Il Condominio

Sette giorni in due minuti: la settimana del Quotidiano del Sole 24 Ore - Condominio

di Glauco Bisso

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Ampliamento, proroghe e semplificazione: la conferma che il Governo è al lavoro su punti dolenti del 110%, si è avuta al Senato, nel question time dell'otto di aprile, dal Ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani. Le richieste sono state espresse alla fine di marzo, nelle relazioni al Piano Nazionale di Ricostruzione e Resilienza (PNRR), presentato dal Governo Conte dalla Commissione Bilancio della Camera e del Senato: tra le altre, proroga al 2023, estensione agli immobili a destinazione produttiva, semplificazione della regolarizzazione edilizia e urbanistica e delle autorizzazioni per gli immobili vincolati, detrazioni progressive in ragione del risultato eenergetico conseguito, unificazione al 75% delle detrazione del 16 bis TUIR in cinque anni, incentivo dei dispositivi ad energia totalmente rinnovabile e delle caldaie a biomassa a cinque stelle, stabilizzare a cinque anni la possibilità di cessione dei crediti fiscali, testo unico dei provvedimenti, portale unico per la trasmissione della documentazione.

Gli articoli della settimana confermano quanto sia necessario apportare presto rimedi. Pochi e piccoli i cantieri del 110%, rispetto alla quantità enorme delle richieste. Tutto si blocca nell'esame che le grandi società di consulenza devono espletare per i cessionari bancari del credito, per dare certezza che non vi siano impedimenti tecnici e fiscali. Se i documenti sono a posto, l'esame di oggi sposta la partenza dei cantieri alla fine di settembre.

Non si parte quindi senza la proroga perché è normale che in un edificio di appena trenta appartamenti si superi il milione di euro e non si inizia nemmeno un lavoro che non si è sicuri di terminare entro il 2022.Nell'attesa il bonus facciate va alla grande, perché la congruità, per i lavori senza cappotto, non è controllata da ENEA, e la necessità della conformità edilizia, anche se comunque obbligatoria, è percepita come non necessaria perché si è sempre fatto così. I lavori sono di piccola entità ma più semplici, l'incentivo quasi uguale: di qui il grande successo.Anche negli articoli del settimana la necessità di andare oltre il continuo “stop and go” dei lavori, con l'annuncio delle semplificazioni, che cambiano le regole e provocano disorientamento mentre il tempo passa senza che la proroga sia certa e davvero proporzionata agli obiettivi.

Curiose le indicazioni sull'impossibilità di cambiare forma e dimensione delle finestre nel superbonus se non si ricostruisce l'edificio e la detrazione per gli ascensori e l'abbattimento barriere che si può cedere solo nel 2022. A ciascun intervento, la sua spesa professionale che va gestita separatamente attività per attività. Davvero utile l'accordo tipo che fissa la road map del 110% che spetta anche alla villa ricostruita con ampliamento.

Casi e questioni risolti nella vita in condominio: solo il delegante può contestare la genuinità della sottoscrizione; liti e posteggi, come si delimitano ed é illecita la decisione dell'attribuzione specifica dei posti auto che li sottrae agli altri; legittima la videoregistrazione della tele assemblea solo per provare il proprio diritto, non c'è l'obbligo della negoziazione assistita nelle liti tra il professionista e il condominio consumatore.

Fatti e affitti: le limitazioni nelle città d'arte agli affitti turistici, come attribuire ai conduttori e sub conduttori nelle locazioni commerciali le spese di sistemazione dell'immobile; come cambia il mercato immobiliare, che richiede, dopo la pandemia, case tutte diverse.

Buone notizie: Effetto smart working sul riscaldamento dell'inverno scorso: il maggior uso è compensato dal minor prezzo. E arriva anche il cappotto rapido per l'edificio che “pende”. Cattiva notizia: in tutte le proposte pro 110%, non si parla più di rendere detraibile e dunque trasparente l'onorario dell'amministratore di condominio, che può influire non poco in positivo sulla crescita oltre la pandemia.

Quotidiano del Sole 24 Ore - Condominio: per risparmiare tempo, ed ottenere l'informazione critica, giornalistica, utile. Il vero aggiornamento è il proprio lavoro, svolto giorno dopo giorno, con la capacità di guardarsi da fuori. Quotidiano del Sole 24 Ore - Condominio offre al lettore questo punto di vista. A chi fa l'amministratore di condominio la consapevolezza che il suo ruolo è importante e che con il suo Quotidiano non è mai solo.

Per leggere gli articoli selezionati per voi nel corso di questa settimana cliccate qui e poi, una volta aperto il file, fate click sul titolo scelto.

Per abbonarsi al Quotidiano Condominio scrivere a servizio.abbonamenti@ilsole24ore.com o telefonare allo 0230300600.


© RIPRODUZIONE RISERVATA