Il Condominio

L’allungamento della terrazza aggettante

di Raffaele Cusmai - Condominio24

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
In un condominio la società costruttrice, che detiene la maggioranza dei millesimi, ha allungato di circa un metro la terrazza aggettante di un'unità di sua proprietà senza notificarne l'amministratore e chiedere il permesso all'assemblea. I committenti hanno espletato tutte le formalità burocratiche con il Comune e, alla domanda dello stesso se ci fosse l'approvazione da parte del condominio, hanno risposto che non era necessaria avendo loro la maggioranza dei millesimi; ignorando, quindi, che è necessaria la doppia maggioranza di teste e millesimi. Gli altri condomini vorrebbero far ripristinare lo “status quo ante”. È loro diritto? Quali sono le loro opzioni? La società costruttrice ha titolo ad agire come ha fatto?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?