Il Condominio

Il rebus delle tabelle millesimali

di Raffaele Cusmai - Condominio24

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Sono un tecnico incaricato dall'assemblea condominiale a redigere le nuove tabelle millesimali di un condominio costituito da 7 piani. Il piano terra ha destinazione d'uso “negozio/bottega” con altezza 3.85 m, gli altri piani sono tutti appartamenti ma con altezze differenti l'uno dall'altro. Ho letto la vostra guida-Le tabelle millesimali degli edifici in condominio, parte 3 - che scrive “La scelta del parametro di misurazione, tra la volumetria o la superficie netta, dalle quali discenderanno rispettivamente il volume virtuale o la superficie virtuale, dipendono semplicemente da due presupposti; se le unità immobiliari dell'edificio hanno altezze interne differenti si deve assumere la volumetria come parametro di misurazione delle consistenze reali; se le unità possiedono invece uguali altezze interne si può assumere il parametro della superficie netta”. Vorrei sapere se esistono specifici riferimenti normativi o sentenze che definiscono in modo univoco questo concetto, poiché nel lavoro che sto sviluppando ho utilizzato il metodo del volume virtuale in quanto gli appartamenti hanno differenti altezze. Vorrei dare risposte certe ai proprietari delle botteghe del piano terra che in questo modo hanno uno svantaggio sul valore dei millesimi rispetto ai proprietari degli appartamenti).

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?