Dalle Associazioni

Anapic: defibrillatori installati anche alla Triennale di Milano

«È fatto obbligo alle PA e ai gestori di pubblici servizi di dotarsi entro il 31/12/2022 di defibrillatori semiautomatici e automatici esterni e di personale firmato ai sensi della legge 3/42001»: questa affermazione, ricorda Anapic, è inserita nell'art. 1 della Legge attualmente in Parlamento, che dovrebbe portare a una diffusa installazione entro il 2022 di defibrillatori in ambito pubblico e privato (scuole, musei, edifici pubblici, condomini, ecc.), al fine di salvare vite umane a rischio cardiocircolatorio.

Oggi i DAE vengono posizionati anche presso Triennale Milano.Da anni ormai Anapic (Associazione Nazionale Amministratori, Professionisti Immobili e Condomini), nella persona della sua Presidente, Lucia Rizzi, è impegnata in questa campagna di sensibilizzazione all'utilizzo dei DAE, che prevede la formazione iniziale e obbligatoria di un corso di primo soccorso, per il corretto uso di questi importanti strumenti salvavita e per il raggiungimento di questo importante obbiettivo.

«Oggi, siamo soddisfatti del posizionamento in Triennale di questi preziosi apparecchi, che in tempi di normalità, risulteranno preziosissimi per soccorrere e salvare molte vite umane». aggiunge in una nota la Presidente Rizzi. «L'obiettivo è stato raggiunto grazie alla generosità dello sponsor We Unit, che ha voluto aderire alla nostra sollecita richiesta e grazie ad IREDEEM Philips, che si attiverà per organizzare specifici corsi ad hoc, per consentirne il corretto utilizzo, in caso di necessità ed in attesa dell'arrivo di soccorsi istituzionali previsti in tali casi».Triennale Milano oggi è un edificio cardio protetto, grazie ad ANAPIC e WE UNIT.


© RIPRODUZIONE RISERVATA