Dalle Associazioni

Congresso Laic, confermato Cottignoli

Si è svolta ieri l’Assemblea Nazionale della Lega Amministratori Immobiliari Condominiali dopo il primo quinquennio di vita dell'Associazione, presso lo Zanhotel Europa di Bologna.
L'Associazione, sorta a Bologna nel 2013, ha compiuto i suoi primi cinque anni di vita alla presenza di Luca Lelli, consigliere metropolitano per le politiche abitative, Francesco Di Castri di Sinteg (società di erogazione servizi per i soggetti del campo immobiliare) e accompagnata dai partner Duferco Energia, We Unit, l'Agenzia Rinaldi di Reale Mutua Assicurazioni – Unipol.
C'erano la quasi totalità degli associati, segno, si legge nel comunicato Laic, di una grande coesione di una realtà che sta crescendo nei suoi aspetti chiave, come sottolineato nella sua relazione dall'Avvocato Lorenzo Cottignoli, presidente (confermato) e fondatore dell'Associazione di Categoria degli amministratori di condominio.
«Ciascun responsabile, nel suo territorio - ha detto Cottignoli -, ha deciso di spendere il proprio nome ed il proprio tempo per LAIC, organizzando eventi di aggiornamento professionale, rispondendo alle richieste degli Associati, promuovendo la presenza dell'Associazione presso le Istituzioni, cercando di individuare i partners commerciali più affidabili e capaci di soddisfare le esigenze dei colleghi, e questo impegno è stato premiato da una partecipazione appassionata e vivace e di questo impegno tutta l'Associazione deve essere loro grata. In questi anni sono emerse particolari collaborazioni con le Associazioni della piccola proprietà immobiliare, ed in specie con U.P.P.I., per quanto riguarda il territorio bolognese, e siano improntati a reciproca correttezza e stima quelli con le autorità locali: LAIC, laddove è presente, partecipa attivamente, insieme alle altre associazioni, ai tavoli tecnici ed istituzionali ai quali è chiamata a rappresentare le istanze e le problematiche proprie della categoria».
Tante le sfide che sono emerse, sottolineate dai referenti emiliani e lombardi, sollecitati da Di Castri e su cui LAIC si impegnerà nel prossimo quinquennio: «Essere associazione di persone riunite, organizzate ed operanti, con sostanza e qualità».
Al termine del dibattito, con le delibere assembleari, elezioni e nomine:
• il nuovo Consiglio Direttivo: Lorenzo Cottignoli (Presidente), Annarita Cino, Paola Gonzato (Toscana), Riccardo Piccioli (Emilia Romagna) e Fabrizio Travaglia (nominato vice Presidente, delegazione lombarda).
• Centro Studi Nazionale: Ruggero Vecchi (Modena), Francesco Cardillo (delegazione Milano), Antonio Domenicali (ingegnere, docente e fondatore di LAIC), Riccardo Barlozzari (commercialista, docente corsi LAIC).
• Collegio dei Probiviri: Leandro Bonucchi, Nicola Valentino e Michela Zumpano


© RIPRODUZIONE RISERVATA