Risparmio Energetico e Tecnologie

Sbarca in Italia la tecnologia della startup austriaca EET per sfruttare il nostro enorme potenziale solare

di Redazione

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La sempre maggiore cultura green italiana e le opportunità del superbonus in termini di miglioramento energetico non sfuggono alle aziende straniere. È il caso di EET (Efficient Energy Technology), startup austriaca specializzata in soluzioni per il fotovoltaico, che fa il suo esordio sul mercato italiano presentando il sistema fotovoltaico LightMate che consente una produzione autonoma di elettricità. Il sistema può essere installato in soli 30 minuti nel proprio giardino, sul balcone o sulla terrazza.

L'impianto è caratterizzato dalla tecnologia Plug & Play, tecnologia innovativa che permette un´installazione agile e veloce grazie ad una semplice spina elettrica già pronta per essere inserita. La tecnologia è stata ammessa in Italia grazie a uno specifico aggiornamento della normativa CEI 0-21, e la medesima consente anche di immagazzinare in una batteria la corrente prodotta in eccesso. L'aggiornamento della norma ha rappresentato uno dei principali motivi per i quali EET ha scelto il nostro Paese come nuova area commerciale: «Dopo 3 anni, finalmente anche in Italia nell'agosto del 2020 è cambiata la normativa riguardo all'immissione in rete di elettricità con la nascita della categoria di impianti fotovoltaici Plug&Play, che garantiscono all'utente finale una serie di vantaggi. In particolare, dalla facilità d'installazione fino alla riduzione dei consumi e conseguente risparmio in bolletta» ha precisato Jan Senn, marketing & sales manager di EET.

Il sistema è pensato soprattutto per utenti che vivono in un appartamento, all’interno di un condominio, dunque con poco spazio a disposizione, per poter dare anche a loro la possibilità di soddisfare il proprio fabbisogno energetico. EET considera che data l'elevata irradiazione solare che caratterizza l'Italia (50% in più rispetto all'Austria), LightMate possa raggiungere in media fino a 450 kWh per anno. L’azienda non ha ancora una sede fisica italiana, ma ha attivato il sito ufficiale (www.eet-solare.it).


© RIPRODUZIONE RISERVATA