Imprese e Professioni Tecniche

Guida al superbonus di Apice: per gli amministratori un vademecum per i lavori sulle parti comuni

di A.D’A.

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Che il superbonus 110% sia una opportunità da cogliere non ci sono dubbi. È per questo che grande deve essere l’attenzione nel predisporre i lavori in condominio. Un aiuto importante arriva da Apice, associazione per professionisti in campo edilizio, che, a tutela e supporto dei propri associati , ha redatto un vademecum per tutte le lavorazioni previste sulle parti comuni, contenute nelle agevolazioni annunciate dal Dl 34/20 convertito nella legge 77/20.

I contenuti del vademecum
La guida è stata redatta dal direttore del Centro studi nazionale Apice Domenico Sarcina, che da oltre 20 anni è dedito alla materia condominiale nonché a tutte le sue innovazioni. Il documento pertanto si rivolge agli amministratori condominiali professionisti, permettendo loro di orientarsi nella molteplicità di norme, circolari e decreti attuativi presenti sui vari siti istituzionali e altri siti di riferimento (clicca qui per visionare lo schema lavori che godono del beneficio ).

La guida (che i cosi può consultare cliccando qui ) analizza in maniera sistematica tutti i passaggi, fornendo vari approfondimenti anche sulle criticità esistenti e contiene tutta la modulistica di ausilio per l'amministratore come ad esempio: l'allegato esplicativo sul superbonus, gli schemi delle convocazioni, esempi di schemi contrattuali e infine anche esempi di delibere di assegnazione degli incarichi poiché costituiscono un importante strumento operativo per lo stesso professionista in sede assembleare.

La necessità di un successivo passaggio legale
Apice e il suo centro studi guardano agli amministratori di condominio mettendo a disposizione degli associati un primo importante strumento interpretativo. La parte del leone la faranno poi i consulenti che dovranno guidare gli amministratori nella redazione dei contratti per non incorrere in errori fatali con la sottoscrizione impropria di clausole pregiudizievoli per i condomini e causa di possibili azioni di responsabilità per aver violato le norme sul mandato ad amministrare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA