Il Fisco

Certificazione unica a fine marzo, slitta in avanti la precompilata

di Marco Mobili e Gianni Trovati

Il decreto sostegni riscrive il calendario fiscale di primavera e in quattro mosse sposta dal 16 al 31 marzo la trasmissione telematica della certificazione unica all’agenzia delle Entrate e la consegna delle Cu ai dipendenti, ossia le certificazioni che i datori di lavoro consengano ai lavoratori per attestare i redditi corrisposti nell’anno d’imposta 2020. Scivolano a fine marzo anche le comunicazioni al Fisco dei dati sulle spese 2020 che danno diritto a detrazioni e oneri deducibili necessari alle Entrate per predisporre la dichiarazione precompilata. Si tratta delle informazioni che devono essere trasmesse da banche, assicurazioni, enti previdenziali, amministratori di condominio, università, asili nidi ,solo per citarne alcuni. A completare il nuovo pacchetto di proroghe da inserire nel decreto Sostegni anche l’inevitabile slittamento dal 30 aprile al 10 maggio della data in cui l’amministrazione finanziaria metterà a disposizione dei cittadini le dichiarazioni precompilate 2021.


© RIPRODUZIONE RISERVATA