Il Fisco

Superbonus, comunicazione per sconto in fattura e cessione credito prorogata al 31 marzo

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Più tempo per comunicare l'opzione per sconto in fattura e cessione del credito per il superbonus (e altre detrazioni edilizie) in relazione alle spese sostenute nel 2020. Il termine del 16 marzo 2021 è prorogato al 31 marzo 2021. A stabilirlo è il provvedimento delle Entrate 51374/202 1 che, come riportato nelle motivazioni, viene incontro alle richieste arrivate da associazioni di categoria e professionisti.
La norma di riferimento della comunicazione è l'articolo 121 del Dl 34/2020 (decreto Rilancio) ha previsto che, per il superbonus e detrazioni spettanti pergli altri interventi edilizi elencati al comma 2 sempre dell'articolo 121, il soggetto beneficiario possa optare, al posto dell'utilizzo diretto della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori che hanno realizzato gli interventi o, in alternativa, per la cessione a soggetti terzi del credito corrispondente alla detrazione spettante, compresi banche e altri intermediari finanziari.
L'Agenzia ricorda che «la procedura telematica per inviare la comunicazione è stata resa disponibile il 15 ottobre 2020; pertanto, per le spese sostenute nell'anno 2020, la comunicazione dell'opzionepuò essere inviata dal 15 ottobre 2020 al 16 marzo 2021». Ma «gli operatori, i consulenti e le relative associazioni di categoria hanno richiesto la proroga del suddetto termine del 16 marzo 2021, in modo da avere tempo sufficiente per predisporre e trasmettere tutte le comunicazioni relative alle spese sostenute nel 2020, che non è stato possibile inviare progressivamente e dunquenel frattemposi sono accumulate».
Richieste accolte dal provvedimento che accorda più tempo, spostando il precedente termine del 16 marzo al 31 marzo per la comunicazione delle spese sostenute nelle 2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA