Il Fisco

La seconda casa diventa abitazione principale ma le agevolazioni sull’acquisto ormai sono perdute

di Marco Zandonà - L’Esperto Risponde

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Mia figlia, proprietaria di un appartamento acquistato con agevolazione e mutuo prima casa nel 2005 in Milano, nel 2012 si è trasferita a Torino per un lavoro a tempo determinato, affittando un appartamento in Torino ma rientrando nei fine settimana a Milano. Nel dicembre 2013, approfittando di un'occasione e per evitare l'affitto, ha acquistato con regime fiscale di seconda casa un piccolo appartamento in Torino che lo abita nei giorni lavorativi, pur mantenendo residenza e abitazione principale in Milano. Stante ora la prospettiva che il lavoro diventi stabile in Torino, vorrebbe trasferirvi la residenza e l'abitazione principale, affittando l'appartamento di Milano. Domande: 1) E' possibile richiedere ora l'applicazione delle agevolazioni prima casa sull'appartamento di Torino, con conseguente rimborso della differenza d'imposta pagata originalmente? 2) Può continuare a detrarre gli interessi passivi sul mutuo dell'appartamento di Milano anche se dovesse affittarlo?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?