Il Condominio

Sociologia condominiale 6 - Il condomino diffidente

di Sabrina Apuzzo (Presidente Naca - National Association Condominium Administrators)

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

In questa serie di otto articoli (escono ogni mercoledì) è articolato un corso di sociologia condominiale per allentare lo stress dell'amministratore attraverso l'esame di altrettante tipologie di condomino.
Puntate già uscite (cliccare sul titolo per la lettura):
1 - Il condomino logorroico
2 - Il condomino molto attento al risparmio
3 - Il condomino aggressivo
4 - Il condomino timido
5 - il condomino indeciso


TIPOLOGIA 6 - IL CONDOMINO DIFFIDENTE

Il condomino diffidente in genere è profondamente convinto che gli “altri” vogliano ingannarlo, raggirarlo o approfittare di lui, non agisce sotto lo stimolo di prove concrete ma in base a considerazioni pregiudiziali.

Se la diffidenza del condomino dipende da motivazioni di tipo Adulto è facilmente gestibile con interventi di tipo Adulto; la situazione è più complessa quando la diffidenza nasce dallo stato dell’Io Bambino.

L'idea immotivata di essere raggirato, propria del Bambino, produce o una reazione aggressiva da parte del Genitore Normativo, o una reazione di chiusura tipica del Bambino Adattato. Di solito solleva delle contestazioni alle quali l'amministratore deve rispondere a due livelli, con il proprio Io Adulto, allo scopo di fornire dati chiarificatori all’Io Adulto del condomino, e con il suo Genitore Affettivo, per tranquillizzare il Bambino Adattato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA