Il Condominio

Riforma del catasto più vicina con il Sit

Un passo in avanti verso la riforma degli estimi catastali. A un anno dall’annuncio del ministro dell’Economia (si veda «Il Sole 24 Ore» del 30 gennaio 2020) è stato varato ieri il provvedimento del direttore delle Entrate che segna la nascita del Sit (Sistema integrato del territorio), che dal 1° febbraio sarà attivato progressivamente sull'intero territorio nazionale (escluse solo le province di Trento e Bolzano), per lo svolgimento delle funzioni di competenza dell’agenzia delle Entrate relative al catasto, ai servizi geotopocartografici e in materia di anagrafe immobiliare integrata.

Fulcro del provvedimento, oltre al meccanismo di fruibilità dei dati catastali da parte dei privati, è la loro disponibilità per i sistemi informatici delle pubbliche amministrazioni, anche via web. Secondo quanto aveva affermato il ministro Gualtieri, però, occorrono informazioni aggiuntive oggi non presenti nel database e che, ai fini di un’eventuale riforma degli estimi, andranno raccolte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA