Il Condominio

A Mantova al via la prima riqualificazione energetica col superbonus grazie al progetto Ue Innovate

di A.D’A.

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Prende il via la prima riqualificazione energetica profonda nell'ambito del progetto europeo Innovate – a cui aderisce il Comune di Mantova – che si avvarrà dello strumento fiscale del superbonus al 110%. La riqualificazione riguarda il condominio Niagara. Il progetto verrà realizzato dall'impresa Teicos Group, specializzata nel recupero del patrimonio edilizio esistente. Il condominio passerà da una classe F ad una C con un risparmio energetico complessivo pari al 56%.

Il contesto
Il condominio Niagara , che si trova nella zona sud est della città, è risalente agli anni sessanta ed è il primo edificio residenziale privato della città che realizzerà un intervento di riqualificazione energetica profonda avvalendosi del superbonus 110%. Si tratta del condominio pilota coinvolto nel progetto europeo Innovate, iniziato nel 2017, promosso dall'amministrazione comunale che ha come obiettivo quello di sviluppare strumenti innovativi per supportare interventi di efficientamento energetico nell'edilizia residenziale, avvicinando i cittadini alla comprensione dei valori della riqualificazione edilizia e garantendo un affiancamento e uno snellimento delle procedure burocratiche connesse.

Gli interventi previsti
Il progetto prevede una forte riduzione dei consumi energetici ed un globale ridisegno delle facciate dell'edificio.Si otterrà un miglioramento di tre classi energetiche che consentirà un risparmio pari al 56% degli attuali consumi e un miglioramento del confort abitativo, grazie ad interventi di riduzione dei fabbisogni energetici, attraverso la posa dell'isolamento a cappotto con pannelli di lana di roccia delle facci at e, solai e sottotetto, la creazione di un tetto verde sul vano scala e l'istallazione di un impianto di energia rinnovabile. L'impianto fotovoltaico è stato dimensionato per coprire i consumi condominiali di energia elettrica e sarà dotato di batterie di accumulo per sfruttare al meglio l'energia prodotta. Gli appartamenti saranno dotati di unità di ventilazione meccanica con recupero di calore.

Il condominio ha anche deliberato di installare un'area di tetto verde in copertura. Il tetto verde riduce l'impatto delle bombe d'acqua sul sistema di raccolta acque cittadino, aumentando la superficie permeabile nel tessuto urbano. Inoltre, aumenta la produttività dell'impianto fotovoltaico, limitando il surriscaldamento della copertura in estate. Si tratta di una soluzione ancora poco diffusa nelle nostre città ma con grandi potenzialità ancora da esplorare.

La scelta dello sconto in fattura
Il costo totale dell'intervento è di 1.667.842 euro, in massima parte coperti dal superbonus al 110%. Il condominio ha deliberato di avvalersi dello sconto in fattura, ai sensi del nuovo meccanismo introdotto dall'articolo 121 del Dl Rilancio. Sarà quindi il fornitore (Teicos Group) ad anticipare al condominio il contributo, di pari importo alla detrazione maturata dagli interventi, sotto forma di sconto in fattura.

Il condominio quindi dovrà liquidare, attraverso bonifico bancario, solo i corrispettivi di quelle lavorazioni che rientrano in altre fattispecie di detrazioni fiscali, quali il bonus facciate ed il bonus casa, per un totale di 46.276 euro. Teicos Group, invece, potrà utilizzare l'importo scontato come crediti fiscali nei prossimi 5 o 10 anni o cederlo a sua volta ad un istituto finanziario.Il cantiere sarà avviato a gennaio del 2021 e si prevede la sua conclusione entro il mese di novembre 2021.


© RIPRODUZIONE RISERVATA