Il Condominio

Il declino dell'associazionismo e la trasformazione della politica

di Paolo Gatto

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Ha destato particolare interesse il gruppo social degli amministratori di condominio #adessobasta che ha, senza voler invadere il campo delle associazioni, lanciato proposte concrete a favore degli amministratori e ciò in maniera del tutto indipendente da condizionamenti di politica anche a carattere professionale.

L'interesse suscitato e la grande partecipazione trovano due cause, la prima, che è nota a tutti, la “trasmigrazione” della società sul web e, in particolare, sui social, la seconda, la perdita di rilevanza delle associazioni. Anche quest'ultimo profilo è strettamente dipendente dal primo, ma trova la mediazione nella trasformazione della politica.Il principio democratico, infatti, non si fonda tanto sulla maggioranza e la sua prevaricazione sulla minoranza, con una sorta di rinuncia consensuale ad un sistema violento, quanto sulla presenza all'interno delle reti sociali; maggiore sarà la presenza nelle reti sociali, maggiore sarà la rilevanza in occasione degli eventi elettorali.

La politica virtuale
La trasformazione della società, soprattutto del mondo del lavoro, e l'eliminazione delle distanze (il cosiddetto coeffciente “sigma” di rete) reso possibile dai sistemi informatici, ha permesso che le reti sociali fossero sostituite dalle reti virtuali anche per ciò che concerne la politica, tanto che i partiti hanno rinunciato al territorio, alle loro sezioni ed alle loro scuole, per affidarsi quasi esclusivamente ai sistemi informatici ed agli “iperconnettori”, intesi quali personaggi portatori dell'immagine stessa dei movimenti che hanno sostituito quelli che rappresentavano l'ideale politico in quanto espressione della democrazia endopartitica.

I riflessi sul mondo delle associazioni
Questa trasformazione della politica non può non avere influito sul mondo delle associazioni le quali, venendo meno la politica fondata sulle reti sociali, hanno perso quell'interlocutore che era costituito dal sistema dei partiti. Questa perdita di rilevanza politica ne ha determinato una perdita di rilevanza sociale, che sta alla base della litigiosità strutturale del mondo associativo quando, invece, solo un'unica federazione potrebbe permettere una valida interlocuzione con i governi; la necessità di nuovi spazi necessari alla sopravvivenza, infatti, tende a fare naufragare ogni iniziativa di coordinamento e collaborazione tra le associazioni.

Non è possibile, allo stato, prevedere quali saranno le conseguenze della situazione di emergenza attuale, cioè se assisteremo ad un ulteriore sviluppo dei sistemi informatici, ovvero la pandemia rappresenterà il punto di svolta nei confronti della globalizzazione, riportandoci ad un sistema fondato sulla territorialità.Potrebbe essere che trovi sviluppo il sistema ideato all'ultimo congresso nazionale di Alac, quello delle 3 C, «Casa, complessità e cyberspazio»; casa intesa quale propria attività, nuova economia dal basso, complessità quale superamento dei vecchi sistemi cartesiani, per nuove matematiche non lineari e di rete e cyberspazio, non quale sistema globalizzato, ma quale mezzo per attuare un nuovo sviluppo della propria attività e nuovi sistemi di aggregazione e collaborazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA