Il Condominio

A dicembre arriva la app per sostenere il superbonus 110%. Si chiama 110Efficiency

di A.D’A.

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Segno dell’interesse crescente intorno al superbonus 110%. pieno di investimenti su CrowdFundMe – unica piattaforma di crowdinvesting quotata a Piazza Affari – la campagna di equity crowdfunding per finanziare 110Efficiency, la prima app per ottenere il superbonus 110% che, a pochi giorni dalla partenza, ha quasi raggiunto il suo primo traguardo economico di 100mila euro.

Il nuovo strumento
110Efficiency, la cui app sarà disponibile a dicembre e sarà compatibile con ogni tipo di smartphone, è una startup innovativa specializzata nella gestione dei progetti di efficientamento energetico che danno diritto al superbonus per interventi volti a migliorare l'efficienza energetica degli edifici, dispositivi antisismici e, in generale, impianti di efficientamento energetico.

Si tratta di una piazza virtuale per la raccolta e la gestione di richieste - che provengono da condomini, quartieri residenziali e ditte edili - per interventi come cappotti termici, sostituzione degli impianti di climatizzazione, installazione di pannelli fotovoltaici, accumulo di energia elettrica, sistemi di monitoraggio, colonnine per la ricarica delle auto, infissi.

Come funziona la app
110Efficiency, una volta ricevute le richieste di lavori, assegna ogni progetto ad artigiani e/o imprese, fungendo da global contractor (contraente generale): condivide il programma di fattibilità e i flussi lavorativi e finanziari e, successivamente, gestisce il credito d'imposta derivante dal superbonus 110%, per poi cederlo a terzi (banche, assicurazioni e utilities), al fine di garantirne i flussi finanziari per le attività erogate.In pratica, si occupa di tutte le procedure, sollevando i clienti da ogni onere necessario per avviare i lavori, portarli a compimento e accedere alle detrazioni o cederle sotto forma di credito d'imposta.

Con l'ulteriore vantaggio che l'app e il portale a essa collegato, consentono di seguire, passo dopo passo, lo stato di avanzamento degli interventi strutturali.Lo scopo di questa nuova tecnologia, concepita nell'agosto 2020 e ultima creazione di Infinityhub, azienda italiana specializzata in progetti di green energy, finanziati attraverso l'equity crowdfunding, è quello di condividere i benefici, economici e ambientali, del superbonus con proprietari, condomini, imprese, tecnici, banche e tutti i soggetti coinvolti.

Gli obiettivi che si conta di raggiungere
110Efficiency, che ha sede all'interno del Parco Vega di Venezia, prevede la realizzazione dai 70 ai 90 progetti nei prossimi tre anni, sull'intero territorio nazionale, con una durata media di intervento dagli 8 ai 12 mesi, e, al momento, ha sottoscritto contratti con una decina di condomini, di Veneto e Lombardia, con cui ha avviato progetti di fattibilità. La società ha già costruito un folto network di relazioni e accordi con artigiani, imprese ed enti - che faranno da volano all'iniziativa, sia dal punto di vista commerciale che organizzativo.

La casa madre InfinityHub - si legge in una nota - che con 110Efficiency è giunta alla sua decima campagna di equity crowdfunding, intende così continuare il suo percorso nel segno della sostenibilità e far decollare il mercato italiano dell'efficienza energetica retail (di immobili privati), condividendo con cittadini e imprese il beneficio finanziario dei propri progetti. I capitali raccolti nella campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, che terminerà alla fine di dicembre 2020, saranno impiegati per la costruzione di un portale dedicato all'app (50%), per operazioni di project management, due diligence e costi generali (40%) e per comunicazione e marketing (10%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA