Il Condominio

Unione di balconi aggettanti: è decisa (e pagata) dai singoli

di Pierantonio Lisi - L’Esperto Risponde

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Abito in un condominio che vorrebbe rifare, insieme alla facciata, anche l'unione di due balconi aggettanti adiacenti (sala e cucina) al fine di avere un calpestio maggiore rispetto all'attuale. La spesa comporterebbe ovviamente anche il rifacimento delle tabelle millesimali. In questo lavoro sarebbe coinvolta solo una colonna, che include sette condòmini. Per poter procedere all'esecuzione del lavoro è necessario avere il parere favorevole di tutti e sette i condòmini oppure è sufficiente la maggioranza? Nel caso in cui non fosse necessaria la maggioranza, coloro che non risultassero d'accordo dovrebbero accettare la decisione della maggioranza e concorrere alla spesa?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?