Il Condominio

I politici? Comincino a imparare ad amministrare un condominio

di Valeria Sibilio

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Quando si parla di gestione del potere, ci si interroga sui requisiti necessari per ottemperare efficacemente a questa esigenza. Il nostro Paese, pur affidandosi, nella sua più che secolare vita, a tre diverse forme di potere, monarchico, autoritario e repubblicano, ne ha sempre delegato la gestione, alternativamente, o a professionisti della politica o ad eminenti protagonisti del mondo imprenditoriale ed economico, appoggiandosi solo recentemente al teorema dell'uno-vale-uno rappresentato come un tentativo di equilibrio tra governanti e governati. Tuttavia, in tutti questi casi, i protagonisti non hanno abbandonato quella concezione elitaria e spocchiosa che li ha portati quasi a deridere tutte le forme di gestione organizzativa diverse da quella del cosiddetto “palazzo”.
Emblematica è la recente scelta un protagonista della Seconda Repubblica di denigrare un avversario politico apostrofandolo come incapace di guidare un condominio . Dimenticando che, invece, la gestione di quest'ultimo necessita di alte capacità amministrative, considerando che l'universo condominiale è composto da una pluralità di vite ed esperienze che attraversano, trasversalmente, tutti gli aspetti della società, senza distinzioni tra ceto, classi o religioni. Un compito che richiede una forte capacità di equilibrio e determinazione della propria rappresentanza, tenuto conto che dalla pluralità condominiale, l'amministratore non può sottrarre se stesso dal costante confronto quotidiano con le vite che la animano. Capacità che andrebbero valorizzate e non denigrate. Al contrario di quanto avviene anche da parte di illustri giornalisti che dovrebbero avere una visione delle cose un po’ più concreta...
Verrebbe da chiedersi: forse la deriva nella quale si trascina da anni il nostro Paese, vittima di crisi infinite, verrebbe meno se i nostri “soloni” della politica abbandonassero la confortevole nicchia elitaria di autoincensamento, lontana dalla realtà, per scendere tra i comuni mortali e imparare a gestire proprio un condominio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA