Il Condominio

La separazione degli edifici in più condomìni deve essere «fisica e funzionale»

di Selene Pascasi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Restano separati i condomìni i cui stabili, pur avendo beni o servizi in comune con la struttura originaria, possono dividersi in parti che hanno caratteristiche tipiche degli edifici autonomi. La separazione, difatti, deve essere fisica e funzionale e non può consistere nella mera divisione e parcellizzazione del complesso immobiliare a fini amministrativi e fiscali.
Lo puntualizza la Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 16385 depositata il 21 giugno 2018 (Relatore Antonio Scarpa). A sollecitare l'intervento dei giudici...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?