Il Condominio

Bonus diviso per quote in assenza di amministratore

Marco Zandonà

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
In un condominio minimo di tre unità, senza amministratore e sprovvisto di codice fiscale, abbiamo eseguito lavori di risparmio energetico (rifacimento del tetto). Prima dell'inizio dei lavori, informalmente, si è concordata la ripartizione delle spese su base millesimale. Il bonifico parlante è stato effettuato da uno dei condòmini. Le fatture sono state intestate al condomino che ha effettuato il bonifico, con l'indicazione dei codici fiscali degli aventi diritto alle agevolazioni, ma senza riportare le quote. Gli altri due condòmini hanno poi provveduto a restituire la quota spettante. Il Caf richiede comunque le quote millesimali e non si accontenta di una dichiarazione del contribuente relativa all'ammontare delle quote, che sono state adottate in base all'effettivo valore delle proprietà. Si consideri che è tutto tracciato, nel senso che il condomino che ha effettuato i bonifici parlanti è stato rimborsato con bonifici ordinari. Come si fa a sanare tale situazione?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?