Dalle Associazioni

Confappi-Fna: preoccupazione per il settore immobiliare

Si sono tenuti venerdì scorso, comunica il Comitato esecutivo, i Consigli nazionali di FNA Federamministratori e CONFAPPI, mediante piattaforma web. Nell'illustrare le novità contenute nel decreto milleproroghe e nella Legge di bilancio 2021 i Consigli Direttivi delle due associazioni hanno espresso forti preoccupazioni in ordine alle disposizioni riguardanti il settore immobiliare.

«Tralasciando il fatto positivo della proroga dei bonus edilizi - si legge nel comunicato -, si è ritenuto essere ancòra troppo complesso il meccanismo per il conseguimento del superbonus del 110%. Spaventano, poi, a tacer d'altro: a) la sospensione sino al 30 giugno 2021 delle esecuzioni per rilascio per morosità (contenuta nel decreto milleproroghe); b) la non meglio definita previsione di imprenditorialità (a norma dell'articolo 2082 del Codice Civile), accollata a chi affitti più di quattro appartamenti per ciascun periodo di imposta mediante ricorso alle locazioni brevi di cui al Decreto Legge 50 del 2017 (articolo 1, comma 595 Legge 178/2020) e altro.Il settore immobiliare attende da tempo un intervento governativo puntuale che tenga conto delle specifiche difficoltà create al settore dalla pandemia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA