Risparmio Energetico e Tecnologie

Dal ministero nuovi chiarimenti sull'efficienza energetica degli edifici


Dal 1° ottobre sono in vigore le nuove regole sui requisiti minimi di prestazione energetica degli edifici e per la redazione dell'attestato di prestazione energetica (APE).
Per agevolare l'applicazione della nuova normativa, il ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato una nuova serie di FAQ di chiarimento a beneficio degli operatori del settore. Oltre 70 risposte a domande frequenti, che integrano quelle già pubblicate sull'argomento nel mese di ottobre 2015 in seguito all’entrata in vigore delle nuove regole.
Il documento, predisposto con il supporto tecnico di ENEA e CTI, si propone di fornire ulteriori chiarimenti per l'applicazione delle disposizioni previste dal Dm 26 giugno 2015 recante "Modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche e dell'utilizzo delle fonti rinnovabili negli edifici nonché dell'applicazione di prescrizioni e requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici", attuativo dell'articolo 4, comma 1, del Dlgs. 192 del 19 agosto 2005, come modificato dalla legge 30 del 3 agosto 2013 , e dal Dm 26 giugno 2015 recante "Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 – Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici".
Il documento riporta, per ogni disposizione oggetto di analisi, il dubbio riscontrato con maggior frequenza e il relativo chiarimento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA