Risparmio Energetico e Tecnologie

Risparmio energetico nei condomini, il comune di Parma sigla un protocollo con le ESCO

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC


Nell'ambito del progetto “Condomini sostenibili”, strettamente legato all'attuazione del Paes - Piano di azione per l'energia sostenibile, il comune di Parma ha sottoscritto con le Società Energetiche ESCO (Energy Service Company) protocolli di intesa per la promozione e la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica sul patrimonio edilizio privato esistente, in particolare i condomini costruiti negli anni ’60 e ’70.
L'obiettivo è quello di contenere i consumi energetici negli edifici e migliorare le condizioni di benessere abitativo e di compatibilità ambientale nell'utilizzo dell'energia, in linea con quanto previsto dall'adeguamento degli strumenti urbanistici comunali.
Il comune ha effettuato uno screening del territorio: oggi sono 18.861 i condomini e 80.595 gli appartamenti che potrebbero essere interessati a investire per rinnovare i lori impianti di riscaldamento, per migliorare l'efficienza energetica con interventi mirati.
Tra le strategie individuate rientrano le schede di azione relative alla diagnosi energetica e alla certificazione energetica, agli interventi di riqualificazione energetica dell'involucro, alle valvole termostatiche per impianti autonomi e centralizzati, agli impianti fotovoltaici nel settore residenziale, agli impianti solari termici domestici, alla sensibilizzazione del risparmio energetico e al progetto “Infinite Solutions” che prevede la creazione di un fondo rotativo per l'efficienza energetica.
Lo schema di protocollo comune-ESCO prevede, per ogni protocollo sottoscritto, la realizzazione di almeno 30 diagnosi energetiche gratuite l’anno per tre anni, che saranno lo strumento fondamentale per raggiungere una consapevolezza dei propri consumi energetici, degli sprechi e dei margini di risparmio. Da qui, sarà poi possibile stabilire le tipologie di intervento.
Nei prossimi giorni uscirà anche una manifestazione di interesse del comune verso le Banche per la creazione di strumenti di accesso al credito agevolato a favore di interventi di efficienza energetica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA