Risparmio Energetico e Tecnologie

Schermature solari e caldaie a biomassa, da Enea le guide sugli ecobonus del 65%

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC


Arrivano da ENEA le istruzioni per usufruire degli ecobonus al 65% anche per le schermature solari e le caldaie a biomassa: a queste novità, introdotte dalla legge di Stabilità 2015, sono dedicate due guide che costituiscono il parere tecnico dell'Agenzia su tali interventi agevolati di riqualificazione energetica e nelle quali vengono specificati i requisiti tecnici degli interventi, le procedure da seguire e la relativa documentazione.
In particolare, l'ENEA chiarisce che le schermature solari devono essere a protezione di una superficie vetrata (all'interno, all'esterno o integrate), devono essere applicate in modo solidale con l'involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall'utente e devono essere regolabili a seconda della stagione e delle condizioni meteorologiche. Per le chiusure oscuranti, quali persiane, veneziane e tapparelle, vengono considerati validi tutti gli orientamenti, mentre per le schermature non in combinazione con vetrate, per esempio le tende esterne, vengono escluse quelle posizionate su pareti esposte a nord. Il valore massimo della detrazione è di € 60 mila.
Per quanto riguarda le caldaie a biomassa, le novità riguardano la semplificazione dei requisiti per beneficiare delle detrazioni nel caso di sostituzione o integrazione di un impianto già in funzione o di nuova installazione (solo però in edifici già esistenti). Il rendimento utile nominale minimo dell'impianto non deve essere inferiore all'85%, mentre il valore massimo della detrazione è di € 30 mila. occorre inoltre dotarsi di un attestato di rispondenza dell'impianto ai requisiti previsti redatto da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio Albo professionale).
Per usufruire della detrazione fiscale del 65%, che è prevista per le riqualificazioni energetiche effettuate sia nelle singole abitazioni sia nelle parti comuni dei condomìni, le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015 e l'invio della documentazione a ENEA (attraverso il portale "finanziaria 2015 ") deve avvenire entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori.

Scarica i vademecum "schemature solari " e "generatori di calore a biomassa "


© RIPRODUZIONE RISERVATA