Imprese e Professioni Tecniche

Pittore edile competente e qualificato, arriva la certificazione UNI

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC


E' entrata in vigore lo scorso 8 marzo la norma UNI 11704:2018 "Attività professionali non regolamentate – Pittore edile – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza", elaborata dalla Commissione Prodotti processi e sistemi per l'organismo edilizio, che stabilisce i requisiti relativi all'attività professionale del pittore edile e dei suoi profili specialistici (decoratore edile, applicatore di finiture, installatore di sistemi di isolamento termico a cappotto e di sistemi anticorrosivi anticorrosione nell'ambito dell'edilizia ecc.), ossia del soggetto che opera professionalmente nell'ambito dell'applicazione di sistemi di verniciatura per l'edilizia e di prodotti affini , secondo il Quadro europeo delle qualifiche (EQF).
I requisiti sono indicati sia per consentire la valutazione dei risultati dell'apprendimento informale e non formale sia ai fini di valutazione di conformità delle competenze.
Nella descrizione dell'attività professionale del pittore edile, ai fini della corretta esecuzione delle lavorazioni, in relazione al tipo di finitura richiesto e alle caratteristiche del supporto su cui intervenire, possono essere impiegate diverse tipologie di prodotti vernicianti che richiedono differenti modalità applicative. Per tali ragioni sono stati definiti più profili specialistici ai fini dell'esercizio della professione, in quanto la particolarità e peculiarità di alcune lavorazioni proprie del pittore edile si configurano come vere specializzazioni. La figura professionale può assumere più profili specialistici qualora in possesso dei requisiti di conoscenze, abilità e competenze previsti per il profilo specialistico.
Nel documento, inoltre, è riportato il livello dell'attività professionale in conformità a quanto previsto dallo EQF (Allegato Il, "Descrittori che definiscono i livelli del Quadro europeo delle qualifiche").
Si tratta di una svolta tanto attesa dagli operatori della filiera che consentirà ai professionisti del mestiere di ottenere un riconoscimento oggettivo - valido su tutto il territorio nazionale – delle competenze specifiche acquisite nello svolgimento dell'attività. La norma rappresenta, infatti, un riferimento certo e una garanzia di qualità professionale per il comparto e il mercato stesso ma soprattutto uno strumento utile a cui i committenti e le imprese del settore potranno far riferimento per selezionare professionisti competenti e preparati per l'esecuzione delle lavorazioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA