Imprese e Professioni Tecniche

Uni 10847: pubblicata la nuova norma su pulizia e manutenzione canne fumarie

Pubblicata e disponibile nel catalogo UNI la norma nazionale UNI 10847:2017 “Pulizia di sistemi fumari per generatori e apparecchi alimentati con combustibili liquidi e solidi – Linee guida e procedure”.
La nuova norma ritira e sostituisce la norma UNI 10847:2000, nata su iniziativa del compianto fondatore dell'ANFUS Giovanni Paoletti e revisionata dalla Commissione tecnica 258 del CTI sotto la guida di Piero Bonello e stabilisce i criteri e le procedure da adottare per realizzare un efficace intervento di pulizia, compreso il successivo controllo, l'allestimento ed il disallestimento del cantiere dei sistemi fumari asserviti a generatori di calore e apparecchi alimentati con combustibili liquidi e biocombustibili solidi. (La pulizia del generatore è esclusa dal campo di applicazione della norma).
La normativa revisionata e resa attuale pone nuovamente la corretta attenzione sulla manutenzione e la pulizia delle canne fumarie di servizio a caminetti e stufe e la necessità da parte del cliente di rivolgersi unicamente a personale qualificato quali sono gli spazzacamini professionisti.
ANFUS e FUSPA dal 1992 formano ed accompagnano gli spazzacamini ed i fumisti d'Italia, pertanto abbiamo in programma un calendario di corsi in tutta Italia per formare e aggiornare tutti i professionisti del settore vista la pubblicazione della nuova norma UNI 10847, clicca qui per accedere alla sezione eventi.
L'importanza dell'aggiornamento formativo professionale nel settore “fuoco domestico” è evidente a tutti, soprattutto a fronte del DM 37/08 per l'installazione degli impianti di riscaldamento. Oggi ANFUS e FUSPA formano i tecnici di domani che dovranno operare in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme che regolano il settore e la norma UNI 10847/2017 sarà un'ulteriore pietra miliare per questo settore in crescita. Ricordiamo, infatti, che sono più di 20 milioni le tonnellate di legna da ardere consumate e gli italiani in tempi di crisi riscoprono il caminetto e la stufa come un'alternativa sempre più gettonata per risparmiare sui costi del riscaldamento (risparmio tra il 20 d il 50% rispetto ai combustibili tradizionali) e circa 6,000,000 gli impianti di riscaldamento alimentati a biomassa legnosa (legna/pellet) presenti in Italia. Richiamiamo ancora l'attenzione sul fatto che con l'entrata in vigore del DPR 74/2013 e ss.mm.ii la manutenzione dell'impianto è obbligatoria con compilazione del “libretto di impianto” dal 15 ottobre 2014 e deve essere effettuata con periodicità almeno biennale da spazzacamini qualificati ed abilitati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA