Imprese e Professioni Tecniche

Edilizia, per la Super Dia pronto il modulo unico

di Alessia Tripodi

Semplificazioni in edilizia, il Governo accelera. Dopo il modulo unico per Scia e permesso di costruire, è pronto quello per la cosiddetta «Super Dia», ovvero la Dia alternativa al permesso di costruire. Il tavolo di semplificazione istituito presso il ministero guidato da Marianna Madia ha infatti completato il lavoro sullo schema unico per la Super Dia e ha trasmesso alla Conferenza Unificata il testo dell’accordo tra Regioni, enti locali, Anci e Upi che dovrà essere ratificato dalla Conferenza. Il testo non è ancora all’ordine del giorno, ma i tecnici ministeriali assicurano che sarà calendarizzato nella prima seduta utile e, soprattutto, che l’accordo esiste già e, dunque, la ratifica avverrà senza sorprese. Dalla riunione scatteranno i 90 giorni entro i quali la nuova modulistica dovrà essere adottata dalle Regioni e dai Comuni nei quali lo strumento è previsto. Il modulo unico per la super Dia arriva dopo le standardizzazioni di Scia, permesso di costruire, Cil, Cila e Aua, realizzate dal Governo secondo la tabella di marcia riportata nell’Agenda per la semplificazione definita dal Governo e condivisa con Regioni e Comuni nell’intesa sancita in Conferenza unificata il 13 novembre 2014. E ora l’Esecutivo punta all’obiettivo più ambizioso: il regolamento edilizio comunale unico che dovrebbe essere varato entro la fine dell’anno. La super Dia si può utilizzare in alternativa al permesso di costruire nei casi di nuove costruzioni, ristrutturazioni edilizie pesanti, ristrutturazioni urbanistiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA