Imprese e Professioni Tecniche

Per il fotovoltaico sulla pensilina basta la comunicazione d’inizio lavori

di Maria Chiara Voci e Silvio Rezzonico

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Per installare dei pannelli fotovoltaici su una pensilina, basta presentare al Comune semplice Comunicazione di inizio lavori (Cil). E' quanto affermail Consiglio di stato con sentenza 2134/2015 . Il Cds ha accolto il ricorso di un privato cittadino contro il Comune, che aveva bocciato l'istanza finalizzata all'installazione di un impianto fotovoltaico, a parziale copertura della pensilina di nuova costruzione, richiedendo il Permesso di costruire (Pdc) in luogo di semplice Cil. Il privato ha presentato ricorso in appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR che dava ragione al Comune, vincendolo.
Nel merito della sentenza, la Comunicazione di inizio lavori riguardava la realizzazione di un nuovo pergolato in legno sul terrazzo antistante l'abitazione, coperto parzialmente dai pannelli fotovoltaici e dotato di tenda retrattile parasole. Il Comune ha comunicato agli intestatari della pratica, l'inefficacia del procedimento di CIL, disponendo il ripristino dello stato dei luoghi e ritenendo necessario procedere con Pdc. Il proprietario, in prima battuta, avanzava ricorso al TAR che lo respingeva. Si appellava quindi al Consiglio di stato che accoglieva il ricorso, condannando il Comune al pagamento delle spese processuali. Secondo il Giudice d'appello, il Testo unico per l'edilizia, Dpr 380/2001, consente l'installazione di pannelli fotovoltaici, previa presentazione di pratica Cil, su edifici esistenti o su loro pertinenze, quali i pergolati. Anche per l'installazione dei pergolati basta tra l'altro presentare una semplice Cil, purché si presentino come elementi di arredo delle aree pertinenziali dell'edificio, aperti su tre lati, compresa la copertura.
Il Cds, richiamando la propria sentenza 5409/2011, ha spiegato che i pergolati si configurano come manufatti di natura ornamentale realizzati in genere con struttura lignea, in ogni caso leggera e priva di fondamenta, eventualmente rimovibili e utilizzabili per riparare dal sole modeste superfici.
Con la precisazione che non solo piante rampicanti e tendaggi possono contribuire alla funzione di ombreggiamento e schermatura solare. Anche i pannelli fotovoltaici possono contribuire a riparare dal sole, purché siano posizionati in modo da lasciare spazi da cui possa filtrare la luce del sole e l'acqua piovana, in caso contrario non si tratterebbe più di semplice pensilina, ma di tettoia, per la cui costruzione è necessario invece il Permesso di costruire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA