Il Fisco

I giovedì di maiPiùSoli.net: come fare la delibera doc per cedere il credito fiscale

di Glauco Bisso

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La cessione del credito fiscale ormai funziona. Nei prossimi giorni i cessionari apriranno il proprio cassetto fiscale per trovarvi le prime cessioni, invero molto poche, che gli amministratori di condominio hanno comunicato entro l'otto di marzo con l'invio dei flussi dati per la dichiarazione precompilata. Le Entrate hanno così concluso l'attivazione del processo, le imprese hanno cominciato ad aderire a reti di impresa con cui collaborano una o più utility o di cui fanno parte partner finanziari tra cui alcune delle maggiori banche. Sono on line da tempo e pronte ad operare le piattaforme di interscambio di primo e secondo livello, per negoziare la cessione.
Alle porte di casa
Ma niente si muoverà se il singolo proprietario non comprenderà che la cessione del credito fiscale serve a pagare 40 quello che altrimenti si paga 100, a utilizzare coordinati finanziamenti che spalmano i 40 da sei a dieci anni, con un esborso sostenibile da chiunque. Poter eventualmente proporre sul mercato l'immobile con tetto e facciate rifatte e una classe energetica diversa dalla G, se percepito, dovrebbe fare il resto. Saranno però primariamente le necessità urgenti e conclamate a suscitate le domande dei proprietari. I professionisti di interfaccia, prima di tutti l'amministratore e poi il progettista dovranno essere in grado di fornire dati concreti che permettano di validare le opportunità nel caso specifico.
Fattore A
Se l'amministratore dice no o ha atteggiamenti dilatori o ostativi, perché non ci crede o lo ritiene non conveniente, nulla si crea e tutto di distrugge nel condominio. E' quindi importante che lui per primo possa comprendere se la cessione del credito fiscale e quel che ne segue è applicabile in quello specifico condominio. La valutazione andrebbe svolta anche in ragione della vita probabile delle strutture e sempre dopo un accertamento tecnico. Per questo è opportuno che, alla prima assemblea utile, l'amministratore inserisca l'argomento all'ordine del giorno magari corredando la convocazione di quanto Il Sole 24 Ore ha pubblicato e pubblicherà sull'argomento e questo per far percepire la necessità dell'approfondimento. Le detrazioni dal 70 all'85 per cento scadono , infatti, alla fine del 2021 ma in media nove mesi sono necessari per le complesse attività preparatorie: l'indagine preliminare, l'assemblea di incarico per la progettazione esecutiva, la gara d'appalto, la definizione del soggetto cessionario, l'individuazione consigliabile di audit su progetto, esecuzione e collaudo di secondo livello e per il contatto individuale dei singoli condomini che ad uno ad uno devono esprimere le loro decisioni sulla cessione della propria quota di credito fiscale. Un anno e mezzo è la durata di lavori di così ampia portata. Il termine del 2021 è dunque sin da ora stringente.
Il format per il checkin iniziale
Il canalewww.maiPiuSoli.net , cui collaborano amministratori di condominio, ad accesso libero e gratuito dei lettori del Quotidiano del Sole 24 Ore - Condominio, ha predisposto il fac simile, scaricabile facendo click qui, dell'ordine del giorno e dell'argomento dell'ordine del giorno dell'assemblea per conferire al tecnico l'incarico atto a capire come la cessione del credito fiscale è applicabile e a quali interventi: la detrazione cedibile varia dal 50 all'85 per cento in ragione dei diversi lavori. Lo studio preliminare si potrà concludere con l'esclusione della fattibilità e della convenienza degli interventi o con la necessità della progettazione esecutiva. L'incarico comprenderà anche l'indicazione delle alternative possibili per sfruttare al meglio il sistema delle relazioni commerciali ed industriali messo in piedi dai vari soggetti di mercato per la gestione delle cessione del credito fiscale. E anche su questo il fattore A, l'amministratore informato, avrà un ruolo determinante per evitare che, visto che in ogni assemblea è sempre il messaggio più semplice ad essere recepito, che questo sia in effetti la rappresentazione delle alternative possibili e più efficaci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA