Il Fisco

Domani la «Certificazione Unica» del condominio a dipendenti e fornitori

di Andrea Cartosio

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Certificazione Unica 2018: le due date da ricordare: 7 marzo obbligo trasmissione per tutti i redditi che vanno dichiarati nella precompilata, 31 ottobre per gli altri redditi.
La prima scadenza imminente a cui dovranno far riferimento gli amministratori condominiali nel mese di marzo 2018 sarà l'inoltro della Certificazione Unica per alcuni soggetti.
Con la proroga al 9 marzo 2018 per l'invio all'Agenzia delle Entrate della comunicazione spese lavori soggetti a detrazioni fiscali il primo adempimento “dichiarativo” a cui dovranno ottemperare gli amministratori sarà la trasmissione all'amministrazione finanziaria della Certificazione Unica contente i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni di lavoro dipendente, assimilati, provvigioni e redditi diversi corrisposti nel 2017.
Come per l'anno 2017 l'Agenzia delle Entrate ha specificato che l'invio del modello CU seguirà due differenti scadenze qui riportate:
• 7 marzo 2018 dovranno essere trasmesse all'amministrazione finanziaria la certificazione unica per i lavoratori dipendenti e/o di coloro che comunque sono interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato;
• 31 ottobre 2018 – tale scadenza è stata unificata all'invio del modello 770/2018 - per lavoratori autonomi o comunque per coloro che non sono interessati alla compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato.
Si precisa anche che l'invio da parte del sostituto d'imposta ai dipendenti/fornitori del modello di Certificazione Unica 2018 dovrà avvenire entro e non oltre il 31 marzo 2018.


© RIPRODUZIONE RISERVATA