Il Fisco

Al via una piattaforma per cedere crediti fiscali

Aspettando la cessione del credito del 65% alle banche (previsto dalla legge 96/2017 anche se solo per i condòmini «incapienti» con reddito annuo sotto gli 8mila euro), si può intanto sfruttare l’opzione (già in vigore ma di fatto attuata solo con i recenti provvedimenti delle Entrate) di poter cedere o rivendere il credito ad altri soggetti privati e dunque non più alle sole imprese appaltatrici, come previsto precedentemente, trasforma il condòmino cedente e quello acquirente (magari ambedue nello stesso condominio) in figure solidali e libera l’impresa dal peso di doversi attendere un ritorno dallo stato in 10 anni a fronte di un intervento effettuato e dunque, almeno in buona parte, non pagato.

Per un condominio avere la certezza che tutti i proprietari delle unità immobiliari riotterranno oltre la metà dell’investimento in detrazioni è un fattore chiave per garantire infatti la sostenibilità dei lavori, tanto più se questi verranno finanziati.

Harley&Dikkinson, che da sempre si occupa di finanziamenti condominiali, si è attivata per organizzare una piattaforma (www.creditswap.it) che garantisca l’espletamento tecnico - operativo della cessione del credito d’imposta con o senza finanziamento al condominio, mettendo a sistema tutti i soggetti interessati a partire dall’amministratore di immobili, figura cardine del circuito, le imprese appaltatrici e con la supervisione di commercialisti selezionati che garantiranno l’incontro tra domanda (acquirente) e offerta (cedente) anche extracondominiale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA