Il Fisco

Il passaggio agli eredi del diritto alla detrazione

Marco Zandonà

LA DOMANDA
Due sorelle hanno ereditato la proprietà di altrettanti immobili, in un condominio. Dopo la successione, sono state sostenute e riaddebitate dal condominio spese per interventi su parti comuni, che hanno dato diritto alla detrazione del 50% e che hanno interessato, in diversa misura, entrambe le unità immobiliari. Queste spese sono state pagate pro quota da entrambe le comproprietarie. Successivamente, le parti hanno sottoscritto un atto di divisione con assegnazione a stralcio: un immobile è divenuto di proprietà al 100% di una ed il secondo immobile al 100% dell'altra. Nessuna menzione è stata fatta, in atto, in relazione alla destinazione dei decimi di detrazione fiscale mancanti al compimento del decennio. Ci si chiede chi e come potrà fruire dei restanti decimi in relazione a ciascun immobile, a seguito della divisione ed in particolare se valgano, in questo tipo di divisione, le medesime norme previste per la compravendita in tema di beneficiario della detrazione.

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?