Il Fisco

La convivenza interrotta non fa perdere lo sconto

Marco Zandonà

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Due conviventi detraggono le spese di ristrutturazione sostenute sull'immobile di proprietà di uno solo dei due. Immobile nel quale convivono e hanno residenza entrambi (famiglia di fatto) all'inizio della ristrutturazione. Nel caso in cui, nel corso dei successivi anni, il convivente non proprietario trasferisca la residenza in altro comune, potrebbe continuare a fruire delle rate di detrazione, assimilando la sua situazione a quella dell'inquilino o comodatario che cessi la detenzione dell'immobile (circolare agenzia delle Entrate 57/E/1998)?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?