Il Fisco

Recupero edilizio di immobile non abitativo ma destinato ad abitazione

di Marco Zandonà

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Con D.I.A. presentata nel 2008 abbiamo ottenuto l'autorizzazione a restaurare un antico edificio composto da 4 unità immobiliari con categoria catastale A/2 e 8 U.I. aventi categoria catastale C/2. Per 5 C/2 la D.I.A. chiede la trasformazione in A/2,modificando di poco i confini di 2 C/2 . Si è quindi richiesto la detrazione prima del 36% poi del 50% per le 4 abitazioni originarie e anche per i 5 C/2 per i quali era stata richiesta la destinazione abitativa, poiché la risoluzione 14/E dell'Agenzia delle Entrate e il giornale on line del fisco del 3 giugno 2014 avvalorano la possibilità di detrarre anche le spese sostenute per il restauro di immobili in origine non abitativi, purché la destinazione finale sia residenziale.
Nell' aprile 2014 è stata presentata la fine dei lavori e tutte le 9 unità immobiliare sono state accatastate come A/2(abitazioni). Il controllo effettuato questo anno dall'Agenzia delle entrate ha negato le detrazioni per i C/2.

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?