Il Fisco

Bonus arredi

di Marco Zandonà

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Ho fatto piccoli lavori di ristrutturazione su casa presa in locazione, ho acquistato mobili ed elettrodomestici con finanziamento ed addebito su conto corrente. Sulle somme pagate quest'anno ho diritto al credito di imposta del 50% (bonus arredi)? Se dovessi comperare casa, prossimamente e fare dei lavori di ristrutturazione con acquisti aggiuntivi di arredi ed elettrodomestici, ho diritto di nuovo al credito di imposta (bonus arredi) e fino a quale soglia di importo?

La risposta è affermativa. L'acquisto dei mobili a rate consente l'accesso alla detrazione (articolo 1, comma 47 legge 190/2014), solo se la finanziaria paghi con bonifico in nome e per conto del suo cliente (circolare 11/E del 2014). Il bonus mobili è ripetibile per tutte le spese sostenute sino al 31 dicembre 2015 nel limite massimo di €10.000 per ciascun anno. In sostanza se in presenza di detrazione per acquisto di mobili si procede a un nuovo intervento di ristrutturazione di abitazione è possibile fruire nuovamente del bonus fiscale sempre nei limiti di € 10.000 annui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA