Il Fisco

TUTTI GLI ELEMENTI CHE SERVONO NEL BONIFICO

LA DOMANDA
Ho pagato in anticipo una fattura per lavori inerenti al risparmio energetico, con specifico bonifico. La fattura stessa però non menziona alcuna legge, limitandosi a citare testualmente: "acconto per lavori da svolgere per vostro ordine e conto". Ai fini della possibilità di fruire delle agevolazioni fiscali sulla casa, tale documento è regolare o andava menzionata la legge 214/2011?

Ai fini della detrazione del 65% per interventi di risparmio energetico, e di quella del 50% per ristrutturazioni edilizie (ex articoli 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986, e 1, comma 47, della legge 190/2014; si veda anche la guida al 50% e al 65% su www.agenziaentrate.it), il pagamento può essere fatto anche in acconto prima dell’inizio dei lavori. Infatti, rileva il principio di cassa e, quindi, la data di pagamento, non quella di esecuzione dei lavori o di emissione della fattura. Tuttavia, nel caso di specie la detrazione non si applica, in quanto il bonifico è generico e non contiene gli elementi essenziali ai fini della detrazione: codice fiscale del beneficiario, partita Iva del soggetto esecutore dei lavori e, come casuale di versamento, il riferimento normativo (detrazione del 65%, articolo 1, comma 47, legge 190/2014 o articolo 1, commi 344-349, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 e successive modificazioni). Si consiglia di procedere, se possibile, all’annullamento del bonifico e di ripetere l’operazione.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA