Il Fisco

QUANDO È DETRAIBILE IL CAMBIO DELLE PRESE

LA DOMANDA
Ho eseguito dei lavori di ristrutturazione, regolarmente autorizzati, in un appartamento, rifacendo completamente i bagni e la cucina, e detraendo regolarmente tutte le spese dell’impresa. Ho ripavimentato con del laminato, acquistato personalmente, installato dall’impresa. Ho diritto alla detrazione del 50% per il costo sostenuto per l’acquisto del laminato? Inoltre, ho approfittato dei lavori per sostituire prese e interruttori, senza modificare alcunché dell’impianto elettrico esistente. Sono un perito elettrotecnico e, pur non esercitando, ho eseguito personalmente tali sostituzioni. Posso detrarre il costo sostenuto per l’acquisto di interruttori e prese?

La ripavimentazione con il laminato e la sostituzione di prese e interruttori elettrici all’interno dell'abitazione sono interventi di manutenzione ordinaria, come tali non detraibili ai fini della detrazione del 50% (articolo 16bis del Tuir, Dpr 917/1986 e articolo 1, comma 47, legge 190/2014, guida al 50% su www.agenziaentrate.it). Tuttavia, poiché gli stessi sono eseguiti all’interno di un intervento più complesso (rifacimento completo di bagni e cucina) anche le spese minori sono comunque detraibili semprechè pagate con bonifico bancario e postale. Anche i lavori in economia, cioè eseguiti direttamente dal proprietario (intervento di sostituzione prese e interruttori) sono detraibili. In tal caso, le spese detraibili sono solo quelle inerenti l’acquisto dei materiali.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA