Il Fisco

PROGETTAZIONE, I PALETTI PER DETRARRE LE SPESE

LA DOMANDA
Vorrei eseguire un intervento di ristrutturazione globale in uno stabile di mia proprietà ad uso abitativo. Non ho ancora iniziato alcun intervento edilizio, sono in possesso delle abilitazioni amministrative e ho pagato nel 2013 e 2014 solo le spese di progettazione con i relativi bonifici per la detrazione fiscale del 50 per cento (ristrutturazioni edilizie) e del 65 per cento (risparmio energetico) a seconda del tipo di intervento a cui si riferiscono. Qualora decidessi di non proseguire e di non effettuare alcun lavoro edilizio, perderei la detrazione fiscale fruita per le spese progettuali sostenute?

Anche tutte le spese di progettazione (onorari e spese per documentazione tecnica e rilascio dell’abilitazione urbanistica per l’esecuzione dei lavori), sono detraibili ai fini del 50 e del 65 per cento (articolo 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 47, della legge 190/2014; si veda anche la guida al 50% e al 65% su www.agenziaentrate.it). Tuttavia, le spese di progettazione sono detraibili solo a condizione che le stesse siano inerenti a lavori poi eseguiti, anche in anni successivi. Pertanto, se si decide di non eseguire i lavori, le spese di progettazione non risulteranno detraibili e quelle già detratte dovranno essere riportate a tassazione separata (articolo 17 del Dpr 917/1986).

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA