Il Fisco

LA DETRAZIONE SUI LAVORI FATTI PRIMA DELL'ACQUISTO

LA DOMANDA
Sto per acquistare una prima casa. Il costruttore mi consegnerà l'immobile con impianti di riscaldamento e fotovoltaico che io vorrei modificare prima del rogito.Posso fruire delle agevolazioni fiscali avendo in mio possesso il preliminare di acquisto già registrato presso il mio notaio?

La risposta è affermativa, ma solo se il fabbricato è già ultimato (comunicazione di fine lavori effettuata e relativo accatastamento) e con il preliminare ci sia stata l’immissione in possesso. La detrazione del 50% (articolo 16bis del Tuir, Dpr 917/1986 e articolo 1, comma 47, legge 190/2014, guida al 50% su www.agenziaentrate.it), si rende applicabile solo se vi sia stata formale immissione in possesso dell’abitazione prima del rogito, a condizione che si provveda alla registrazione del contratto preliminare e che in sede di dichiarazione dei redditi siano indicati gli estremi di registrazione del medesimo preliminare nell’apposito spazio predisposto per gli estremi di registrazioni del contratto di locazione o comodato (circolari 57/E e 121E del 1998). Solo in tal caso, le spese sostenute prima del rogito e relative all’impianto di riscaldamento e fotovoltaico sono detraibili dal promissario acquirente. In caso contrario no.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA