Il Fisco

IL 50% PER INTERVENTI SU PARTI CONDOMINIALI

LA DOMANDA
Si sono verificate infiltrazioni di umidità in alcune cantine condominiali, e si è scoperto che la causa è la perdita di un tombino e di una vasca biologica. I tecnici hanno dichiarato che sono entrambi da sostituire. La spesa è rilevante e riguarda sia i manufatti, tombino e pozzetto, che le rispettive condutture. Il nostro amministratore ritiene che il costo di acquisto e di posa dei manufatti non sia detraibile, mentre lo sarebbe la sola conduttura.Qual è il parere dell'esperto?

Tutte le spese sostenute per l’intervento su parti comuni condominiali (acquisto di manufatti, cioè tombino e vasca ecologica, e relative condutture e lavori inerenti), e non solo le spese relative alle condutture, rilevano ai fini della detrazione del 50 per cento (ex articolo 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 47, della legge 190/2014; si veda anche la guida al 50% su www.agenziaentrate.it), anche se fossero di mera manutenzione ordinaria e, a maggior ragione, nel caso di specie, essendo in presenza di interventi di manutenzione straordinaria (sostituzione equivale a manutenzione straordinaria). Tutti gli adempimenti per fruire della detrazione sono eseguiti dall’amministratore (con bonifici bancari o postali a fronte di fatture intestate al condominio), e il riparto delle spese avverrà in favore dei singoli condòmini, sulla base della tabella millesimale.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA