Il Fisco

Procedura per detrazione spese per lavori di recupero edilizio in condomino

di Marco Zandonà

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Per lavori condominiali con detrazione del 50% delle spese di ristrutturazione:
1) sono richieste formalità preventive (domande da inoltrare prima di iniziare i lavori? Se si, a chi?)
2) se il condominio non ha amministratore (trattasi di n.3 condomini) l'impresa può emettere ai singoli condomini tante fatture quanti sono i condomini di importo commisurato ai millesimi di proprietà?

Da L'Esperto Risponde

Nessun adempimento preventivo è richiesto per poter fruire della detrazione del 50% basta pagare le fatture con bonifico bancario o postale (articolo 16-bis Tuir 917/1986 e articolo 1, comma 47 legge 190/2014, guida al 50% su www.agenziaentrate.it). In assenza di amministratore è possibile procedere con l'emissione di una unica fattura intestata a tutti i comproprietari e la ripartizione si desume sulla base della quota di proprietà, oppure con l'emissione di una fattura per ciascuno dei soggetti che sostengono le spese. Questo secondo metodo è preferibile in modo da individuare correttamente e senza possibilità di contestazione da parte dell'amministrazione finanziaria della ripartizione della spese tra i comproprietari (sulla base dei millesimi di proprietà) a meno che la fattura unica (e il bonifico unico) non indichino espressamente la quota di spese a ciascuno riferibile. Nel bonifico deve essere indicato anche il codice fiscale del condominio (circolare 11/E del 2014).


© RIPRODUZIONE RISERVATA