Il Condominio

Rate condominiali da pagare e banche aperte su appuntamento. Aiuto agli anziani

di Annarita D’Ambrosio e Glauco Bisso

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

L'emergenza sanitaria di queste ore rivoluziona anche il nostro rapporto con le banche ed i servizi bancari si spostano sempre di più on line. Consultare il proprio conto, eseguire pagamenti, gestire le proprie carte di pagamento, verificare lo stato del mutuo e la propria situazione patrimoniale. Senza andare in filiale, la gran parte dei servizi può essere effettuato via web, da pc o in mobilità da smartphone e tablet, o tramite telefono.

Le operazioni possibili al telefono
Soffermiamoci su quest’ultimo, preoccupati dai problemi che potrebbero incontrare i più anziani chiamati dagli amministratori a pagare le rate condominiali senza ritardi. Via telefono, si legge nella nota Abi dello scorso 28 marzo, il cliente può interagire con la propria banca tramite l'assistenza del contact center ed effettuare la maggior parte delle operazioni bancarie che non richiedono una diretta gestione del contante, chiedere consulenza e assistenza, e, se ci si identifica con i codici personali, eseguire pagamenti, trasferimenti di denaro o ricariche. Le banche offrono supporto anche tramite e-mail, chat e social media.

Per eventuali inderogabili esigenze che richiedessero l'ausilio della filiale, Abi invita a telefonare alla propria banca per fissare un appuntamento. Non sarà facile aggiungiamo però riuscire a contattare la filiale, prevedibilmente subissata da richieste al telefono.

Le disposizioni dei principali istituti
#Ioresto a casa campeggia sul sito di Intesa San Paolo che ha siglato un Protocollo di collaborazione con il Dipartimento della protezione civile e il Commissario straordinario per l'emergenza coronavirus per regolare la donazione di 100 milioni di euro a sostegno di attività finalizzate a contenere e superare la diffusione del virus . Dal 17 marzo l'accesso in filiale è consentito esclusivamente su appuntamento da richiedere alla propria filiale solo per le operazioni che non si possono rinviare o eseguire tramite home banking o agli sportelli automatici.Disponibile dalle 7 alle 24 dal lunedì al giovedì, dalle 7 alle 22 il venerdi e dalle 9 alle 19 il sabato e la domenica il numero verde 800.303.303 .

Intesa San Paolo ci segnala proprio per gli anziani iniziative in corso che riguardano sia i titolari di pensioni pagate allo sportello sia i clienti con accredito della pensione in conto, che tipicamente prelevano a inizio mese subito dopo l’accredito stesso. Per venirgli incontro è il gestore a chiamarli per concordare un appuntamento, tenendo conto degli orari e dei giorni di apertura delle filiali.

Sono temperaneamente chiuse in via precauzionale alcune filiali di UniCredit.
La banca, sul proprio sito, ricorda che tutte le filiali operano in circolarità: è cioè possibile accedere ai servizi bancari in qualsiasi filiale UniCredit presente sul territorio. I bonifici - ci è stato precisato - possono essere gestiti anche da remoto. Invito anche in questo caso all’home banking e possibilità di recarsi in filiale solo su appuntamento. Disponibile il numero verde 800.32.32.85, dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 22.00 e il sabato dalle 09.00 alle 14.00.

Vicini anche a distanza lo slogan di Credit Agricole, le cui filiali sono aperte al mattino, secondo orari diversi, per il servizio di cassa e di consulenza per il quale è necessario comunque prendere appuntamento con il gestore. Attivo per informazioni il numero verde 800 77 11 00 da lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20.30. Aperte solo al mattino e solo per operazioni indefferibili anche le filiali di banca Carige. A disposizione il numero verde 800 778877 operativo dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 20.30, e il sabato, dalle 8.30 alle 14.30.Il consiglio è dunque di verificare sul sito del proprio istituto di credito la situazione ed evitare di recarsi in filiale senza aver contattato un dipendente della stessa o il numero verde della banca.

L’aiuto agli anziani
E gli anziani che dovessere provvedere a pagamenti, ad esempio le rate condominiali, che, senza la possibilità di approvare i consuntuivi, sono di importo uguale prevedibilmente allo scorso anno? Gli amministratori invitano a provvedere al pagamento comunque nei tempi previsti dovendo a loro volta pagare bollette, fornitori e dipendenti. Il suggerimento è di farsi aiutare in condominio da un vicino munito di pc e disponibile a venire incontro alle difficoltà che gli anziani privi di home banking dovessero incontrare. Sono giorni di clausura, ma anche, soprattutto nei condomini italiani, di tanta solidarietà tra generazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA