Il Condominio

Il condominio non risponde del fido in banca senza delibera

di Eugenia Parisi

Un soggetto che ha concluso un contratto con un amministratore falsus procurator (cioè rappresentante senza poteri) non può pretendere nulla dal condominio falsamente rappresentato. È quanto ha stabilito la Corte d'appello di Milano, con sentenza 3528/2019 .

Il caso nasce dall’opposizione a decreto ingiuntivo proposta da un condominio nei confronti di una banca che richiedeva somme non restituite a seguito di un'apertura di credito avanzata dal proprio amministratore che, allo scopo, aveva mostrato al...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?