Il Condominio

Se il divieto di sopraelevare è per motivi estetici non può essere assoluto

di Valeria Sibilio

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC


Il tema delle sopraelevazioni architettoniche realizzate in un edificio condominiale è stato di nuovo trattato dalla Cassazione pochi giorni fa nella sentenza 21003 del 2019. Il caso era originato dall'atto di citazione di un condòmino nei confronti del proprietario di un'altra unità immobiliare facente parte dello stesso comprensorio, chiedendone la condanna al ripristino dello stato antecedente la costruzione di una sopraelevazione, operata da quest'ultimo, realizzata sul proprio terrazzo in violazione della servitù di sopraelevare gravante sulle unità...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?