Il Condominio

In ricordo di Paolo Accoti, un amico e un vero esperto del mondo condominiale

di Rosario Dolce

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Paolo Accoti ci ha lasciato. È venuto meno qualche giorno fa, per un improvviso malessere. Una perdita che ci impoverisce tutti. Paolo era un insigne giurista. Un fine stratega del diritto. Un formidabile avvocato. Lo denotava l’attenzione che riponeva nella scrittura di ogni articolo. In essi mai una virgola fuori posto. E poi, ragionamenti e argomentazioni, figli di casi pratici, che si avvicendavano alla mera lettera della norma.
Il suo modo di lavorare rendeva pura, virtuosa l’informazione giuridica che propinava. La minuziosità nella ricerca del particolare, apparentemente innocuo, ne condiva, infine, il rilievo e rendeva ogni suo pezzo unico. Occorreva andare oltre l’apparenza del diritto. Questo mi ripeteva, nei diversi confronti professionali che ho avuto il piacere e l’onore di condividere. Rimane ferma e intatta la sua scuola di pensiero. Ricchezza di ineludibile valore, che dovremo custodire e sviluppare tutti in onore della Sua memoria.
Grazie Maestro. Rimani nel mio cuore e nelle mie preghiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA