Il Condominio

La Cassazione scioglie il rebus tra distanze e piano urbanistico

di Valeria Sibilio

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Il rispetto legale delle distanze tra immobili genera costantemente diatribe giudiziarie tra i proprietari, finalizzate, spesso, anche a risarcimenti morali dei danni. Un esempio ci perviene dall'ordinanza della Cassazione n° 20534 del 2019.
Motivo dell'alterco, la distanza di metri 7,50 tra due immobili confinanti. I comproprietari del primo convenivano in giudizio i medesimi del secondo, rei, a loro dire, di aver realizzato il proprio immobile ad una distanza di metri 7,50, in violazione della distanza minima inderogabile di...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?