Il Condominio

Lavori urgenti, se l’amministatore li ha «riferiti» non serve il sì dell’assemblea

di Eugenia Parisi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

I lavori straordinari urgenti non necessitano di autorizzazione assembleare nemmeno dopo che so o stati effettuati.
Un condominio ha chiamato in giudizio il proprio amministratore per ottenere la restituzione della somma da quest'ultimo corrisposta a una ditta per la messa in sicurezza delle facciate condominiali: secondo la tesi attorea, infatti, trattandosi di opere di manutenzione straordinaria, l'amministratore avrebbe dato corso a tale spesa in assenza di delibera assembleare, obbligatoria a norma dell'art. 1135 n. 4 c.c., così incorrendo una sua responsabilità...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?