Il Condominio

L’ascensore si fa anche se «scomodo» perché agevola comunque i disabili

di Luana Tagliolini

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

L'ascensore collocato nel cortile condominiale che arrivi ai mezzanini non è opera illegittima se vi è contemperamento tra i diversi interessi dei condomini e agevola, comunque, i portatori di handicap.
Il principio è stato applicato di recente alla fattispecie sottoposta all'attenzione della Corte di Cassazione riguardante l'impugnazione, da parte di alcuni condomini, della delibera con la quale l'assemblea aveva deciso di installare un ascensore nel cortile dello stabile (Ordinanza n. 15021/2019).
Tra le varie motivazioni poste a fondamento della...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?