Il Condominio

Regolamento condominiale, vietate le interpretazioni «estensive»

di Matteo Rezzonico (vice presidente Confappi)

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Le attività vietate dal regolamento condominiale contrattuale devono essere specificamente e singolarmente individuate e non si può considerare vietata una determinata attività procedendo secondo interpretazioni “estensive”.
Il principio – già noto alla giurisprudenza - viene ribadito dalla sentenza numero 3462 del Tribunale di Milano, Tredicesima sezione civile, pubblicata il 4 aprile scorso che risolve un caso che vede contrapporsi al condominio, un condòmino che intende avviare un'attività di vendita al dettaglio (nella specie un piccolo supermercato, in uno stabile...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?